Quali sono le differenze tra il Rent to Buy e l'Affitto Riscatto?


A dire il vero non vi sono differenze tra il Rent to Buy e l'Affitto Riscatto.

Compaiono spesso articoli che descrivono grandi divergenze tra l'Affitto Riscatto e il Rent to Buy, enfatizzando i vantaggi della soluzione "anglosassone" con frasi del tipo "per l'Acquirente è molto più sicuro il Rent to Buy" oppure "dal Rent to Buy si può recedere, mentre dall'Affitto con Riscatto no".

Le ambiguità nascono e consistono principalmente nella maggiore standardizzazione che il Rent to Buy ha finora avuto, provenendo appunto dai paesi anglosassoni, dove si è largamente diffuso.

E la verità è che l'unica differenza reale riguarda contratti fatti bene, che concilino le esigenze di ognuna delle parti, e contratti fatti male, magari "costruiti" e redatti da una sola delle parti, ad esempio dai soli costruttori. 


Il Rent to Buy è un Contratto orientato al futuro ottenimento o accollo di un mutuo. E' quindi un "programma di accesso alla proprietà con l'acquisizione di merito creditizio" (equity) e con ampie facoltà di recesso o cessione a terzi del contratto.

Il Contratto, (che è comunque, a nostro avviso, da prevedersi in forma trascrivibile), è purtroppo a volte descritto, erroneamente, nella titolazione, come un contratto di locazione con opzione d'acquisto.

Si deve sapere che un conto è un'opzione per l'acquisto (come nel caso della Locazione con Opzione di Acquisto), in cui il Conduttore ha il diritto, entro un dato termine, di acquistare e non l'obbligo, ed altro conto è un contratto di locazione finalizzato al futuro acquisto (come il Rent to Buy) o con patto di futura vendita (come l'Affitto Riscatto).

Sia nel Rent to Buy che nell'Affitto Riscatto infatti vi è l'obbligo di acquistare ma, se è prevista la facoltà di recesso, a determinate condizioni, l'Acquirente può recedere.


L'Affitto Riscatto è un contratto di locazione con patto di futura vendita, costituito da un unico contratto in cui prevale la vendita sulla componente affitto, non sottoposto pertanto alla disciplina delle locazioni, anch'esso finalizzato al futuro ottenimento o accollo di un mutuo.


In entrambe le formule se non si è prevista la trascrizione dei contratti le caparre non sono salvaguardate in caso di intervenute trascrizioni pregiudizievoli o di fallimento dell'impresa.


I vantaggi per entrambe i Contratti sono i medesimi: per il Proprietario è quello di avere maggiore facilità nella vendita anche in situazioni di scarsa domanda, infatti non svenderà il proprio immobile ma bensì ne agevolerà la vendita al prezzo di mercato. 

Il vantaggio per l'Acquirente è quello di rimandare di qualche mese l'atto di acquisto, quando avrà maggiori disponibilità economiche, oltre che di ottenere un mutuo. Inoltre i canoni mensili d'affitto e il versamento mensile non andranno persi, ma verranno considerati, totalmente o parzialmente, in caso di acquisto.

Riscaffitto non può far preferenze tra un metodo e l'altro, saranno le parti, assistite dagli Agenti Immobiliari aderenti a Riscaffitto a  declinare le loro volontà e conciliarle in un contratto.




Vuoi avere maggiori informazioni sul Rent to Buy? Visita la pagina dedicata, con i dettagli del Contratto quali: le caratteristiche, come funziona, i vantaggi, le informazioni utili, la suddivisione delle spese ed un esempio numerico.

Vuoi avere maggiori informazioni sull'Affitto con Riscatto? Visita la pagina dedicata, con i dettagli del Contratto quali: le caratteristiche, come funziona, i vantaggi, le informazioni utili, la suddivisione delle spese ed un esempio numerico.