L'agente immobiliare torna protagonista con Riscaffitto

Gli Agenti immobiliari, tanto tempo fa, al tempo dell'antica Persia e degli Egizi si chiamavano  “Sapsar” o “Simsar" da cui la parola dal sapore levantino "sensale".

Nella  Grecia e Roma antiche  furono poi chiamati “Proxenètes” (ruffiani) che divennero  “intermediari di matrimoni” e   “ mediatori in affari commerciali”.

In epoca rinascimentale, il Sensale assunse la funzione di pubblico ufficiale e per gli Statuti di mercanzia più antichi egli doveva  essere di elevate doti morali, per rappresentare la pubblica fede. (Leggi Fimaa 150 anni di Italia.)

Un mestiere "vecchio come il mondo", (e qualcuno potrebbe qui essere un po' malizioso).

Malizie a parte,  nel Dna del mediatore è  certamente rimasto qualcosa della lepida scaltrezza levantina, della visione mercantile e  pronta, ma anche del  grande valore dato alle parole spese nella costruzione di un contratto. 

Sul finire degli anni '60, in pieno "boom economico" il mediatore si trasformò in Agente Immobiliare e l'agenzia d'affari in Agenzia Immobiliare.      

La grande intuizione di Giovanni Gabetti da una parte e dei Fratelli Grimaldi dall'altra, che poi fece scuola, fu , come per  tutte le grandi scoperte, banale ed ovvia:  "l'incarico di vendita".

L'Agenzia immobiliare,  divenne così protagonista dello sviluppo grazie alla standardizzazione di un Metodo basato sulla ricerca delle notizie di appartamenti in vendita che portava l'Agente immobiliare alla visita per la valutazione e per l'acquisizione dell'incarico,  che costituiva la base per l'opera dell'Agenzia:  il proprietario si impegnava per il prezzo, i tempi e le condizioni a cui avrebbe venduto.

E su queste basi chiare l'Agenzia iniziava la promozione e la ricerca dell'acquirente.

Per 40 anni il lavoro delle Agenzie Immobiliari si basò quindi sul Metodo Standard e sui Manuali operativi a cui i Funzionari dovevano attenersi e sulla modulistica contrattuale divenuta il perno dell'attività tanto da dover essere depositata in CCIIAA.

Dal 2007/2008  l'Agenzia Immobiliare  pare  quasi essere tornata indietro di mezzo secolo.

La scarsissima  richiesta è limitata a pochi sedicenti liquidi "compratori" inconcludenti e perennemente incontentabili, vista la grande offerta, e gli Agenti immobiliari paiono subire i loro capricci poichè per quanto liquidi, essi spesso alla fine non comprano semplicemente perché la loro aspettativa di prezzo, ormai incoerentemente bassa,  fa il paio con l'aspettativa di eccellenza dell'oggetto di ricerca, e "l'asticella" viene alzata di un grado ad ogni visita.

In una parola vogliono la "luna" ma che costi poco.

Gli  Agenti immobiliari non hanno però perso l'antica visione mercantile e  di larghi orizzonti:  oggi abbandonano quei pochi "compratori" (che tanto poi non comprano) e si dedicano alle famiglie, a quelle che in questi anni hanno dovuto comprimere il loro sano bisogno di  cambiare casa, e che sono pronte, con i loro redditi, ad affrontare un versamento iniziale ed uno mensile anche sensibilmente più alto di un  ipotetico affitto.

Grandissimo è l'interesse  di coloro che vogliono acquistare la loro prima casa senza essere del tutto ostaggio delle banche, e senza  voler vivere il patema di non riuscire a vendere in pochi mesi la propria prima casa.

Gli Agenti immobiliari devono perciò tornare a fare ricerca nella zona:    cercare immobili liberi i cui proprietari non sanno se lasciarli vuoti, affittarli o venderli, tre ipotesi oggi sbagliate, per via delle imposte e delle spese, dei canoni bassi e tartassati e del mercato poco ricettivo per la vendita.

Sono immobili da proporre in vendita "anche" con le modalità  Riscaffitto,  per vendere a chi davvero cerca per l'uso abitativo della sua famiglia e non per speculare,  mettendo da subito a reddito l'immobile e sgravandosi di molte spese.

Vendere con Riscaffitto è meglio che vendere con un generico affitto riscatto o Rent to Buy, semplicemente perché vendere con un marchio offre la garanzia di un sistema, ma anche perché, nel promuovere la vendita, il possibile compratore ha immediatamente, con una sola visita a  www.riscaffitto.it, ben chiare le modalità.

Ecco perché Riscaffitto e SlowBuy convengono a tutti:

A chi vende: Conviene ai proprietari che hanno uno o più immobili  inutilizzati  e intendono agevolarne la  vendita  dilazionando tempi e pagamenti,  liberandosi subito delle spese e delle responsabilità.  Vendita facile  in un mercato difficile, inflazionato di offerte

A chi compra:  Per chi vuole e può comprare facendo  ricorso in parte a mezzi propri, in parte al mutuo ed in parte allo smobilizzo di altri beni ma oggi non intende affrontare in tempi troppo stretti  le diverse operazioni necessarie

Alle Agenzie:  Il Metodo Riscaffitto è un prodotto/servizio dedicato alle agenzie immobiliari per standardizzare in un numero ridotto di soluzioni  commercialmente,  fiscalmente e giuridi­camente valide i  concetti di affitto riscatto,  Rent to Buy e Slowbuy.

La storia non è ancora finita,  ma questa volta  l'Agente Immobiliare sarà stato protagonista, risolvendo pragmaticamente molte esigenze e coniugando  interessi opposti  nel miglior modo possibile, trascurando i "compratori" che non comprano e dedicandosi a soddisfare le esigenze dei proprietari che vedono il patrimonio,  frutto dei sacrifici  di una vita, tartassato e vilipeso e che non vogliono svenderlo a speculatori ma preferiscono agevolare l'acquisto di chi ha le motivazioni ed i fondamentali reddituali, sociali e morali idonei per essere ottimi conduttori/acquirenti.

Già da subito gli Agenti immobiliari possono recarsi dai clienti venditori che hanno affidato un incarico di vendita e che confidano ancora in loro:  far sottoscrivere una proroga  e l'appendice Riscaffitto all'incarico di vendita è il primo passo per permettere molte più chances per tutti.

Questa è la morale (finalità): favorire la vendita agevolando l'acquisto.  Con Riscaffitto e SlowBuy.

ll Metodo Riscaffitto conviene alle agenzie immobiliari e alle Imprese per  standardizzare e ricondurre a un numero ridotto di soluzioni semplici, commercialmente,  fiscalmente e giuridi­camente valide i vari indeterminati  concetti di Affitto Riscatto,  Rent to Buy.

Le soluzioni sono immediatamente percepibili anche ai privati,  e quindi possono essere promozionate in modo efficace e sono completate da un sistema di modulistica che facilita alle agenzie  l’acquisizione e la proroga degli incarichi di vendita, “anche” con Riscaffitto.

Le agenzie possono pertanto proporre ai proprietari di aggiungere al normale incarico di vendita anche la soluzione “Riscaffitto”  e per meglio illustrarla possono stampare i format “che cos’é Riscaffitto” o le “formule di Riscaffitto” o di SlowBuy.

Allo stesso modo agenzie e imprese potranno illustrare con gli appositi prospetti  il Metodo ai compratori/conduttori.

Meglio di tutto basterà che  forniscano l’indirizzo Web www.riscaffitto.it  ed il privato troverà tutte le spiegazioni.

Soprattutto il privato avrà così la tranquillità e la certezza della “terzietà” del sistema, abbandonando le diffidenze verso proposte elaborate dalla controparte.

Riscaffitto è  un prodotto/servizio dedicato a privati, agenzie ed imprese, con equidistanza e soluzioni verificate negli aspetti   commerciali, notarili, legali e fiscali.