Acquisto Programmato

Descrizione del Contratto

L'Acquisto Programmato è una formula di sola vendita "slow buy" e non contiene la componente locazione.

E' un contratto preliminare di compravendita immobiliare "tipico", che contiene una reciproca promessa di compravendita definitiva di un immobile in un dato tempo (ad esempio tre o quattro anni), con una immissione nella detenzione immediata ma condizionata al futuro adempimento.

Vengono stabilite tutte le condizioni e modalità dell'acquisto e fissato il prezzo, che potrà avere una riduzione proporzionale nel caso di abbreviamento dei termini oppure al contrario potrà avere una indicizzazione in aumento a partire ad esempio dal 6° mese.

Caratteristiche del Contratto

Nell'acquisto programmato è possibile fin da subito andare ad abitare nell'immobile.

Per perfezionare l'atto acquirente e venditore si recano dal notaio per stipulare un contratto preliminare di compravendita.

In questa fase l'acquirente versa una quota del prezzo, si consiglia almeno il 10-15%), la stessa può essere considerata come un anticipo sul prezzo o una caparra confirmatoria. Da questo momento il locatario/futuro proprietario potrà iniziare ad abitare nell'immobile e versare mensilmente una quota che però sarà detratta dal prezzo finale dell'immobile.

Le somme che vengono versate all’atto del contratto e quelle versate successivamente potranno essere suddivise in parte in caparra penitenziale in luogo dell’usuale caparra confirmatoria ed in parte in acconto prezzo.

E' una formula che va assistita da particolari forme di cautela e garanzia, quali quella della trascrizione del preliminare, di un congruo e ben calibrato ammontare delle caparre penitenziali e degli eventuali acconti prezzo, dalla facoltà di nomina di terzo acquirente e dalla facoltà di recesso per il solo acquirente, con l'eventuale indicizzazione del prezzo in caso di adempimento e di positivo acquisto.

L'acquirente potrà cedere a terzi il contratto con la semplice nomina alle medesime condizioni, restando nella sua potestà quella di farsi risarcire in tutto o in parte le somme versate.    

Scopri i Vantaggi

L'Acquisto Programmato può essere un'ottima opzione non solo per chi non otterrebbe un mutuo, ma anche per coloro che sanno di essere in procinto di liquidare somme importanti.

In generale è consigliato a tutti gli acquirenti solvibili e a tutti quei proprietari che oggi non riescono a vendere la propria casa, avendo l'abitazione non occupata.

Infatti una casa vuota, che non si riesce a vendere, produce dei costi e non dei vantaggi. Decidendo di vendere attraverso la formula dell'acquisto programmato si inizia ad avere ingresso constante di soldi.

E' vantaggioso per l'acquirente che può utilizzare immediatamente l'immobile già con "l'animus possidendi" e con la certezza di pervenire alternativamente all'acquisto nel determinato tempo ovvero al recesso con la sola perdita delle somme versate a titolo di caparra penitenziale ovvero anche alla sostituzione da parte di un terzo compratore.

E' vantaggioso per il venditore che avrà la certezza di avere venduto l'immobile, salvo il caso di recesso per la qual cosa sarà stato adeguatamente risarcito con il trattenimento della quota di caparra penitenziale, con risvolti fiscali praticamente neutri ed accollo all'acquirente delle spese condominiali ed eventualmente il rimborso dell'IMU (per quanto questa attenga all'intestatario e non al possessore).

Di cosa hai bisogno?

Consigliabile che il contratto stipulato venga trascritto in Conservatoria con autentica delle firme o, meglio, in Atto Pubblico con un Notaio.

Occorre in alternativa registrare il contratto agli Atti Privati presso l'Agenzia delle Entrate (ex Ufficio Registro).