Locazione con Opzione d'Acquisto

Descrizione del Contratto

La Locazione con Opzione di Acquisto è una forma contrattuale composta di due distinti contratti: un Contratto di Locazione affiancato da un Contratto di Opzione di Acquisto, aventi entrambi vita propria.

Riscaffitto propone il Contratto di Opzione di Acquisto, che andrà affiancato al Contratto di Locazione, già esistente.

Il Contratto di Locazione con Opzione di Acquisto è la forma meno impegnativa, per il conduttore/acquirente, di Affitto Riscatto, dove il Proprietario (detto Locatore/Concedente) si vincola per un determinato periodo di tempo ad una opzione di acquisto del Conduttore (detto Conduttore/Opzionario) il quale, entro il termine fissato, ha la facoltà e non l’obbligo di acquistare.

Caratteristiche del Contratto

Nel Contratto di Opzione d'Acquisto viene quindi indicata la scadenza del diritto di Opzione d'Acquisto.

Vengono inoltre definiti il prezzo di vendita dell'immobile, eventuali indicizzazioni e i dati necessari per la definizione del preliminare di compravendita da stipulare subito dopo l’esercizio del diritto di opzione.

Il mancato rinnovo o la cessazione degli effetti del contratto di locazione per qualsiasi causa determinano l’ automatico decadimento dall'esercizio del diritto di opzione

Scopri i Vantaggi

I principali vantaggi per il Conduttore/Opzionario sono i seguenti: godere immediatamente del bene, a titolo di detenzione locatizia, corrispondendone i canoni, con la possibilità, entro un determinato tempo, di effettuare l’acquisto.

I vantaggi per il Locatore/Concedente sono i seguenti: percepire un canone leggermente più alto oppure locare facilmente un immobile che in realtà ha alcune componenti da ristrutturare.

Conviene ai proprietari per i quali è indifferente che l’immobile venga venduto o locato, che gradiscano un conduttore interessato all'acquisto futuro e che preferiscano non contribuire ad apportare migliorie o ristrutturazioni che il conduttore potrà effettuare nell'aspettativa di un acquisto.

Di cosa hai bisogno?

Il contratto non può essere trascritto in Conservatoria in quanto di tipo aleatorio.

Occorre obbligatoriamente registrare il contratto, sia quello di Locazione che quello di Opzione, agli Atti Privati presso l'Agenzia delle Entrate (ex Ufficio Registro), il primo come un normale contratto di locazione ed il secondo “a tassa fissa” di € 200 + i bolli.